Per le scuole

Il Museo di Annibale e della Battaglia del Trasimeno “G. Susini

“PUGNA MAGNA VICTI SUMUS”. LIVIO, XXII, 7-6.

LA BATTAGLIA DEL TRASIMENO PER LE SCUOLE

Il museo multimediale

Un apparato didattico composto da 20 video tematici, 2 video racconti, 15 pannelli didascalici, infografiche ed animazioni guida il visitatore negli avvenimenti che 2234 anni fa hanno segnato profondamente questo territorio.

E’ articolato in tre aree espositive:

AREA 1: “Indicazioni storiche” con pannelli touch-screen e mappe multimediali. Offre una panoramica dell’archeologia nel territorio. Le rievocazioni storiche e la battaglia si animano attraverso le immagini del fumetto “Ad Portas” prodotto per i ragazzi attraverso una comunicazione ed un linguaggio a loro vicino.

AREA 2: “Il territorio e la Battaglia del Lago Trasimeno” Illustrando gli aspetti naturalistici, demo-etno-antropologici e geologici, offre un’ importante sintesi della geologia del lago e degli ultimi studi sui fondali. La narrazione da parte delle fonti classiche (Tito Livio e Polibio) della battaglia del Trasimeno permette poi di addentrarsi nelle differenti teorie e nella ricostruzione dell’ imboscata di Annibale al Trasimeno.

AREA 3:  “Cinema 4D”  per la visione del filmato La battaglia del 217 a.C. la rievocazione storica riprodotta con la tecnica del 4D, (animazione tridimensionale con esperienza multisensoriale). Si tratta di uno dei primi utilizzi di una simile tecnologia all’interno di un museo (Il video è della durata di 8 minuti); In uscita sono presenti i pannelli con i video racconti contrapposti dei protagonisti Annibale Barca e Caio Flaminio.

La storia

La prima Guerra Punica si era conclusa nel 241 a.C. con la sconfitta dei Cartaginesi alle isole Egadi. I romani potevano cosi sancire un più vasto dominio sul Tirreno costringendo i rivali ad abbandonare la Sicilia e le isole circostanti. L’esito della guerra ebbe su Cartagine pesanti conseguenze economiche. Così, guidati da Amilcare e Asdrubale Barca, i Cartaginesi cercarono di espandersi in Spagna, firmando con Roma un trattato per limitare i confini. Ma il giovane figlio di Amilcare, Annibale, assediò la città di Sagunto creando di fatto il pretesto per scatenare una nuova guerra. Era l’anno 219 a.C.

Roma si trovò nella condizione di non poter più evitare la guerra che Annibale aveva voluto. Il senato stabilì di inviare il console Tiberio Sempronio Longo in Africa e il console Publio Cornelio Scipione in Iberia per risolvere alla radice il problema.

Ma Annibale aveva altri piani.

Decise di portare la guerra in Italia, intenzionato a sgretolare il sistema di alleanze tra Roma e i popoli italici. Si mosse dunque, nella primavera del 218 a.C., con un esercito di oltre centomila uomini, perlopiù mercenari numidici, libici e iberici, e con diverse decine di elefanti.

Valicati i Pirenei e superata la Francia meridionale, riuscì ad attraversare le Alpi non senza difficoltà alla fine di ottobre. La traversata fu costosissima in termini di vite umane. Presso il Ticino le forze di Annibale sconfissero Publio Cornelio Scipione che nel frattempo era rientrato in Italia. In seguito anche l’altro console fu sconfitto in un agguato presso il fiume Trebbia.

La battaglia

Una mattina di giugno del 217 a.C. il console Flaminio diede ordine alle sue legioni di rimettersi in marcia all’inseguimento dei Cartaginesi. La sera prima Annibale aveva disposto i suoi uomini sulle alture nei pressi dell’abitato di Tuoro. All’alba i Romani si misero in marcia, snodandosi attraverso il Malpasso lungo la stretta vallata sulla quale gravava una fitta coltre di nebbia. Al segnale, gli uomini di Annibale attaccarono l’esercito romano da ogni direzione. L’agguato fu cruento e nel giro di sole tre ore 15.000 romani persero la vita. Lo stesso console Flaminio rimase ucciso nello scontro. L’imboscata del Trasimeno è considerata ancora oggi un esempio di strategia militare e, per la storia romana, un punto di svolta nella concezione classica della battaglia.

Informazioni sulla visita al museo

La visita al museo può essere condotta in maniera autonoma dagli studenti in quanto tutti gli apparati, pur curati nella loro scientificità, risultano chiari e didattici.

La durata della visita richiede circa un’ora (compreso il video).

A chi si rivolge

Adatto a studenti di ogni ordine e grado: sia per chi voglia approfondire lo studio di questo particolare momento storico, sia per chi voglia studiare il territorio nel suo insieme ed anche per chi sia curioso di vedere un esempio innovativo di tecnologia applicata alla fruizione museale.

Consigliamo la visita di una classe alla volta, date le dimensioni delle sale e soprattutto per permettere l’ascolto degli audio e l’interazione con i pannelli touch. Nella sala cinema accedono 8 persone alla volta. La classe verrà quindi divisa in gruppi per la sola durata del video (8 minuti).

Il museo è accessibile a portatori di Handicap.

Le Proposte

(prenotazione obbligatoria)

  •  Visita al MUSEO DI ANNIBALE della durata di circa 1 ora /1 ora e mezza.

 

  • Visita al MUSEO DI ANNIBALE + PERCORSO ANNIBALICO : durata circa 3- 4 ore.

Dopo la visita al museo gli studenti verranno accompagnati da una guida esperta lungo il Percorso Annibalico nelle piazzole più significative. La visita base dura all’incirca 2 ore.

E’ necessario concordare in fase di prenotazione la durata e le modalità della visita, ed eventualmente decidere di fare tratti a piedi o in autobus, in base alla proprie esigenze e al tempo a disposizione.

In caso di pioggia, alla stessa cifra, verrà proposta in alternativa la visione del film a Teatro parte della Proposta successiva.

  • Visita al MUSEO DI ANNIBALE + PROIEZIONE DEL FILM DELLA BATTAGLIA: durata circa 3 ore

 

Dopo la visita al museo è possibile partecipare alla proiezione del video sulla Battaglia del Trasimeno che è stato presentato al Festival Internazionale del Cinema archeologico di Rovereto 2017.

Si tratta di una ricostruzione scientifica dell’agguato, curata dal professor Giovanni Brizzi, coautore insieme ad Ermanno Gambini, dell’ultima teoria sulla battaglia del Trasimeno.

Il video sarà proiettato presso il Teatro dell’Accademia di Tuoro ed ha una durata di circa 1 ora.

Che cos’è il “Percorso annibalico”?

Il “Percorso Annibalico” è un cammino nel luogo della battaglia costituito da 13 soste con stazioni a tema in luoghi strategici della vallata di Tuoro. Le piazzole, legate a momenti significativi dello scontro, propongono varie tematiche di approfondimento: contenuti storico-militari, geografico-storici ed archeologici.

Ogni stazione legata ai movimenti degli eserciti, si compone di tre allestimenti.

Un primo pannello presenta l’insieme dei “Percorsi tra natura, storia, arte e tradizioni del Comune di Tuoro sul Trasimeno”.

Il secondo pannello illustra l’argomento trattato nella stazione, consentendo di seguire, passo passo, il racconto della battaglia, dagli antefatti all’epilogo finale. Allo scopo è stato utilizzato un ricco corredo iconografico (foto, grafici, illustrazioni).

L’ultimo pannello offre la possibilità di mettere in relazione il tema trattato nella stazione con le teorie principali sulla Battaglia del Trasimeno: quella del Nissen (1867), quelle di Fuchs (1904) – Pareti (1912) – De Sanctis (1917), la teoria di Susini (1960) e quella di Brizzi – Gambini (2008).

OPZIONE su tutte le Proposte:

È possibile richiedere la presenza di due Legionari in costume ( i figuranti fanno parte del corpo della Legio I Taurus di Tuoro) che renderanno le vostre visite più coinvolgenti con le loro interpretazioni.

Costi

Contattando il museo via e-mail o per telefono vi verrà inviato il materiale di vostro interesse con le relative quotazioni.

Informazioni e contatti

Come raggiungerci:

Il Museo di Annibale e il Centro di Documentazione si trovano nel Palazzo del Capra, in Via del Fornello a Tuoro sul Trasimeno   (facilmente raggiungibile dal raccordo autostradale Bettolle-Perugia: uscita di Tuoro, seguendo le indicazioni “Museo”, oppure via GoogleMap digitando “Museo di Annibale”).

Telefono: +39 377 545 33 93 (per prenotazioni e informazioni)

Email: annibale.tuoro@gmail.com

Web: www.annibalealtrasimeno.com

Pagina Facebook: Museo di Annibale, Centro di Documentazione

Trailer museo di Annibale: https://youtu.be/etBLu1L2-HY